Progetto Google+:
condividere sul Web come nella vita reale

Tra i bisogni fondamentali dell'essere umano c'è sicuramente quello di stringere relazioni con gli altri. Ogni giorno della nostra vita comunichiamo con il prossimo attraverso un sorriso, una risata, una parola sussurrata o un gesto di approvazione.

Oggi le relazioni tra le persone avvengono sempre più spesso sul Web. Tuttavia, le sfumature e la sostanza delle interazioni della vita reale si perdono nella rigidità degli strumenti online.

Da questo punto di vista, squisitamente umano, la condivisione online è inefficace. Inadeguata, perfino. Il nostro obiettivo è risolvere questo problema.

Vogliamo portare nel software le sfumature e la ricchezza delle interazioni che sono proprie della vita reale. Vogliamo fare di Google un posto migliore includendo voi, le vostre relazioni e i vostri interessi. È da questa necessità che nasce il Progetto Google+:

+Cerchie: condividere le cose giuste con le persone giuste

Si sa, non tutte le persone sono uguali. Nella vita ci sono cose che condividiamo solo con gli amici, altre che condividiamo con i genitori e pochissime altre che condividiamo con il nostro capo. Il problema è che gli attuali servizi online trasformano l'amicizia in un supermercato: prendono le persone e ci appiccicano sopra l'etichetta "amico". E la condivisione ne risente.

  • È un sistema approssimativo. Vorremmo comunicare solo con determinate persone in determinati momenti e invece ci ritroviamo a sapere cose da chiunque in qualsiasi momento.
  • Genera ansia. Ogni conversazione online (con più di 100 "amici") si trasforma in un'esibizione pubblica, e questo spesso ci induce a condividere di meno, per una specie di panico da palcoscenico.
  • È insensibile. Ciascuno di noi attribuisce un significato diverso ai termini "amico" e "famiglia" - un significato del tutto personale - ma su Internet questa sfumatura si perde.

Alla luce di questi difetti ci siamo domandati: "Che cosa fanno veramente le persone?". E non abbiamo dovuto guardare troppo lontano per trovare la risposta. Le persone in effetti condividono sempre in modo selettivo. Come? Con le loro cerchie.

Ci siamo resi conto che le persone usano già le cerchie della vita reale per esprimersi e per condividere esattamente ciò che vogliono con le persone giuste. Allora abbiamo fatto l'unica cosa che aveva senso fare: applicare il concetto di Cerchia al software. Basta creare una cerchia, aggiungervi delle persone e condividere le ultime novità... proprio come fareste nella vita reale:

+Spunti: gli argomenti di conversazione sono praticamente infiniti

Una sana ossessione offre sempre buoni spunti di conversazione, e tutti noi ne abbiamo una (o magari anche due o tre...). Che si tratti di automobili, fumetti, moda, il richiamo è sempre lo stesso: salta fuori l'argomento e ci buttiamo a capo fitto nella conversazione, interagendo con le altre per A volte la cosa va avanti per ore. Il trucco è mettere in moto le cose, superare l'ostacolo iniziale. Niente meglio del Web sa offrire spunti per rompere il ghiaccio.

Sul Web si trovano, naturalmente, un'infinità di ottimi contenuti: le ultime notizie, foto emozionanti e video divertenti. E degli ottimi contenuti possono innescare ottime conversazioni. Però abbiamo notato che è ancora troppo difficile trovare e condividere le cose che ci interessano davvero. Così abbiamo sviluppato Spunti: un motore per la condivisione online.

Sfruttando la potenza di Google, Spunti genera un feed di contenuti altamente contagiosi provenienti da tutta la Rete. Su qualsiasi argomento, in oltre 40 lingue. Basta che aggiungiate i vostri interessi e avrete sempre qualcosa da guardare, leggere o condividere... naturalmente con la giusta cerchia di amici:

+Videoritrovi: incontrarsi online e parlarsi faccia a faccia

Che avvenga in un bar o in una pubblica piazza, le persone amano trascorrere del tempo insieme. E perché no? È così che ci rilassiamo, recuperiamo le energie e passiamo un po' di tempo, non regolato da un'agenda, con amici vecchi e nuovi. Ma il concetto di "vedersi con gli amici" è solo in apparenza semplice, e le sfumature si perdono sul Web.

Provate a pensarci: quando entriamo in un bar o facciamo una pausa stiamo di fatto dando un segnale a chi ci sta intorno, stiamo dicendo loro: "ho del tempo libero, facciamo due chiacchiere se vi va". È proprio questa tacita intesa che mette le persone a proprio agio e incoraggia la conversazione. Ma gli attuali strumenti di comunicazione online (come la messaggistica istantanea e le videochiamate) non colgono questa sottigliezza:

  • Sono fastidiosi, tanto per cominciare. Potete mandare un messaggio alle persone che appaiono come "disponibili", ma è sicuro che si finirete per disturbare qualcuno.
  • In più possono rivelarsi molto imbarazzanti. Se qualcuno non risponde, non sappiamo mai se non c'è o semplicemente non gli va di rispondere.

In Google+ volevamo che gli incontri sullo schermo fossero divertenti, fluidi e casuali. E così abbiamo creato i Videoritrovi. Combinando l'incontro casuale con il video in diretta multi-utente, i Videritrovi ti permettono di partecipare quando sei libero e trascorrere del tempo con le tue Cerchie. Faccia a faccia:

+Mobile: condividere ciò che ci circonda, subito e senza intralci

Al giorno d'oggi un telefono è l'accessorio perfetto per la condivisione: è sempre con noi, è sempre online, ed è il mezzo che ci tiene in contatto con i nostri amici più stretti. Non avevevamo intenzione di creare "semplicemente" un'esperienza d'uso per cellulari, pertanto nello sviluppo di Google+ ci siamo concentrati su quegli aspetti (come il GPS, fotocamere e i messaggi) che rendono il vostro computer tascabile ancora più personale.

+Posizione geografica
Nella vita i luoghi che visitiamo influenzano le conversazioni in molteplici modi. Se facciamo una telefonata a un amico dall'aeroporto, è probabile che lui ci faccia una domanda sul viaggio appena fatto. O se riceviamo un SMS da un'amica che si trova in un ristorante vicino, è possibile che decidiamo di raggiungerla per un caffè. Con Google+ puoi aggiungere la tua posizione geografica a ogni post. (Ma puoi anche scegliere di non farlo. Sei sempre tu a decidere.)

+Caricamento istantaneo
Scaricare le foto dal telefono è sempre una gran seccatura, tanto che molti di noi ci rinunciano. Naturalmente le foto sono fatte per essere condivise, e non per restare chiuse in un cassetto. Per questo motivo abbiamo creato il Caricamento istantaneo Ogni volta che scatti una foto, Google+ la aggiunge a un album privato sulla cloud instantaneamente e la rende disponibile su tutti i tuoi dispositivi. Pronta per essere condivisa come preferisci.

+Huddle
Mettersi d'accordo con gli amici in tempo reale può essere davvero complicato nella vita reale. Dopo tutto ognuno ha programmi diversi, si trova in luoghi diversi e i piani possono cambiare da un momento all'altro. Il telefono e gli SMS sono sicuramente utili nei momenti di emergenza, ma non sono il massimo quando bisogna coordinarsi in gruppo. Google+ ci ha pensato con Huddle: un sistema di messaggistica di gruppo che permette a tutte le persone dentro a una cerchia di sapere cosa succede al momento giusto:

Da oggi Google+ è disponibile su Android Market e sul Web per cellulari (e sarà presto disponibile nell'App Store).

+Tu: mettere l'utente al primo posto su Google

Finora è questa l'essenza del progetto Google+: cerchie, spunti, videoritrovi e accesso mobile. Inizieremo con un fase di test, detta Field Trial, a cui si può accedere solo su invito. Quindi è possibile che ci siano delle cose da perfezionare. Ma pensiamo che la comunicazione e la condivisione online debbano essere ripensate, ed è arrivato il momento di mettersi al lavoro. Solo un'ultima cosa, quella più importante: Voi.

Voi e più di miliardo di altri utenti avete fiducia in Google. È una responsabilità che non prendiamo alla leggera. Da oltre dieci anni la nostra attenzione è rivolta agli utenti: liberando i dati, lavorando per una Rete aperta e rispettando la libertà di ognuno di essere ciò che desidera . Siamo consapevoli, tuttavia, che Google+ è un progetto diverso, che richiede un'attenzione del tutto particolare: per voi. Per questo vi offriamo maggiori opzioni per condividere contenuti in modo privato o pubblico, più scelte chiare riguardo ai vostri amici e ai vostri dati, e più modi per farci sapere la vostra opinione sul nostro lavoro. Ovunque su Google.

Quando riceverete l'invito, ci auguriamo che vogliate unirvi al progetto. Ma dipende soltanto da +Voi.

Scritto da: Vic Gundotra, Senior Vice President, Engineering